SISTRI: LA PIENA OPERATIVITA’ RINVIATA AL 2017

1 marzo 2016 E’ entrata in vigore il 27 febbraio, la legge n. 21/2016 di conversione del cosiddetto Decreto Milleproroghe che rinvia di un ulteriore anno, al 2017, l’avvio della piena operatività del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti. Fino al 1° gennaio 2017 quindi, gli operatori obbligati a Sistri e quelli che hanno aderito su base volontaria dovranno continuare ad osservare anche i vecchi adempimenti cartacei (formulari, registri rifiuti e MUD). La legge di conversione stabilisce inoltre il rinvio al 2017 delle sanzioni applicabili relative a Sistri, ad eccezione di quelle previste in caso di mancata iscrizione e mancato versamento del contributo annuale.

Leggi tutto

DISCUSSIONE IN SENATO SU PANNELLI FOTOVOLTAICI E BATTERIE

Segnaliamo due punti d'interesse del disegno di legge, attualmente in discussione al Senato,  relativo al tema dei RAEE e in particolare al decreto legislativo 49/2014: "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali”. Il ddl in questione è un collegato alla Legge di bilancio per l'anno 2014-2015 (Legge di Stabilità), ed è esclusivamente focalizzato su contenuti ambientali. È stato approvato in prima lettura alla Camera e il 12 Ottobre ha terminato il suo iter in sede referente in Commissione Ambiente al Senato. Dovrebbe quindi essere calendarizzato il passaggio in Aula. Gli articoli di interesse: L’art.30 stabilisce che i sistemi di gestione dei RAEE adottino per i pannelli fotovoltaici del comparto domestico e professionale (immessi sul mercato successivamente alla data di entrata in vigore della disposizione che inserisce la novella) un sistema di garanzia finanziaria ed un sistema di geolocalizzazione come quello richiesto per…

Leggi tutto

PILE E ACCUMULATORI: VIA LIBERA DEL GOVERNO AI VETI SU CADMIO E MERCURIO

Il 12 Ottobre 2015 il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2013/56/UE che modifica la direttiva 2006/66/CE sulle pile, gli accumulatori e i relativi rifiuti di questi prodotti. Questo provvedimento consente di risolvere positivamente la procedura d’infrazione per il mancato recepimento della direttiva europea 56 del 2013: adegua le deroghe italiane a quelle europee rispetto ai divieti di immissione sul mercato di batterie portatili e accumulatori contenenti cadmio destinati ad essere utilizzati negli utensili elettrici senza fili, cosi come delle pile a bottone con un basso tenore di mercurio; definisce un adeguato regime transitorio per lo smaltimento delle scorte esistenti e per consentire un adeguamento alle tecnologie sostitutive e ai nuovi parametri; introduce una disposizione per riassegnare ad un apposito capitolo del Ministero dell’ambiente e i proventi delle tariffe per il funzionamento del Registro nazionale pile ed accumulatori, del Comitato di vigilanza…

Leggi tutto

I RAEE GESTITI IN MODO NON CORRETTO IN EUROPA SONO 10 VOLTE DI PIÙ DI QUELLI ESPORTATI

    Gli autori del report sono a disposizione per eventuali interviste. Contatti: * Terry Collins, tc@tca.tc, +1-416-878-8712 (m), +1-416-538-8712 * Juliet Heller, Juliet@julietheller.co.uk + 44 (0)1621 868 083; + 44 (0)7946 616 150 (m)     UNU, WEEE Forum, INTERPOL e gli altri partners hanno concluso una ricerca durata 2 anni; il report suggerisce le modalità per applicare con più incisività la legge e monitorare il commercio dei RAEE; la cooperazione è vitale per rendere efficaci le funzioni regolatrici della Comunità Europea In Europa, la gestione non corretta dei rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) riguarda una quantità 10 volte superiore a quella spedita verso Paesi stranieri senza regolari documenti di esportazione: questo è quanto emerge da una ricerca sistematica – durata circa 2 anni – sul funzionamento del mercato delle apparecchiature elettriche ed elettroniche usate e dismesse. Il progetto Countering WEEE Illegal Trade (CWIT), finanziato dalla Comunità Europea, è stato realizzato da INTERPOL, United…

Leggi tutto

NUOVO ACCORDO DI PROGRAMMA DISTRIBUZIONE

Lo scorso 26 Giugno è stato sottoscritto a Roma  l’Accordo di Programma per la definizione delle condizioni generali di raccolta e gestione dei RAEE presso i Luoghi di Raggruppamento organizzati dalla Distribuzione (come previsto dall’art. 16 comma 2 del D.Lgs. 49/14). Hanno firmato l'Accordo il Centro di Coordinamento RAEE, le Associazioni di categoria dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, le Associazioni delle Aziende di Raccolta dei rifiuti e le Organizzazioni delle Imprese Commerciali e della Distribuzione. Le condizioni previste sono efficaci a partire dal 1 luglio 2015.   Sul Sito del CDC RAEE maggiori approfondimenti sugli accordi in essere

Leggi tutto

PUBBLICATO IL RAPPORTO ANNUALE 2014 DEL CDC RAEE

Lo scorso 16 Aprile è stato presentato a Milano il "Rapporto Annuale 2014 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia", a cura del Centro di Coordinamento RAEE. I dati più significativi emersi dal Rapporto sono la crescita sia della raccolta dei RAEE (+2,56 per cento) sia dei Centri di Conferimento (+1 per cento). La Valle d’Aosta risulta  la regione più virtuosa d’Italia con una media pro capite di 7,8 kg per abitante, mentre il Trentino Alto Adige è primo per diffusione dei Centri di Raccolta. La raccolta complessiva dell’anno 2014 è stata pari a 231.717.031 kg, con un incremento di quasi 6 milioni di kg rispetto al 2013 e un dato medio pro capite pari a 3,8 Kg di RAEE raccolti per abitante, poco sotto l’obiettivo minimo previsto dalla normativa europea di 4kg pro-capite. I Centri di Conferimento arrivano a quota 3.801,…

Leggi tutto

I TRIMESTRE RAECYCLE: RACCOLTA, SERVIZIO E AMBIENTE

Nel primo trimestre 2015 Raecycle ha raccolto quasi 9.000 tonnellate di RAEE domestici, con una forte incidenza del raccolto del raggruppamento R3. La  raccolta nei primi 3 mesi del 2015 ha un andamento coerente con gli anni precedenti. Nel primo trimestre sono stati gestiti 2.282 punti di prelievo assegnati dal CdC Raee svolgendo 4.760 missioni di ritiro con un invidiabile livello di servizio del 99,6%. Una prima analisi dei dati ambientali permette di evidenziare il risparmio di Energia ed Emissioni di Co2 (rispettivamente 160.000 GJ e 49.600 ton) e un tasso di recupero degli impianti di trattamento utilizzati da Raecycle del 91,4%  

Leggi tutto

NUOVO ACCORDO DI PROGRAMMA

Il 9 febbraio 2015 è stato siglato l'Accordo di Programma per la definizione delle condizioni generali di raccolta e gestione dei Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) tra ANCI, Centro di Coordinamento RAEE, Produttori di AEE e Associazioni delle Aziende di Raccolta dei Rifiuti. Il nuovo Accordo, previsto dall’articolo 15 del D. Lgs. 49/2014, in attuazione della Direttiva 2012/19/CE, ha una validità triennale con decorrenza dal 1 gennaio 2015. La principale conferma presente nell’Accordo è rappresentata dai cosiddetti “Premi di efficienza”, cioè i corrispettivi messi a disposizione dai Sistemi collettivi per favorire scelte organizzative e operative dei Centri di raccolta, volti ad assicurare una elevata efficienza complessiva del sistema di gestione dei Raee, che risultano maggiorati rispetto ai precedenti. Raggruppamento Tipologia Importo in Euro / tonnellata R1,R2,R3,R4,R5 Indisponibilità a ricevere la distribuzione o assenza di un valido calendario per i ritiri 0 R1,R3 Disponibilità a ricevere la distribuzione e…

Leggi tutto

ONLINE LA NUOVA VERSIONE DEL REGISTRO NAZIONALE PRODUTTORI DI AEE

Dal 19 gennaio 2015 è on line la nuova versione del registro nazionale dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE). La nuova piattaforma telematica, che consente ai Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche ed ai loro Sistemi Collettivi di iscriversi al Registro, presentare le comunicazioni annuali e consultare le quote di mercato, è accessibile tramite il sito www.registroaee.it, utilizzando la firma digitale. Il sistema informatico è stato modificato adeguandolo a quanto previsto dal recente D.Lgs. 49/2014, con riferimento alle informazioni da trasmettere al momento dell’iscrizione, come le tecniche di vendita e il marchio commerciale, e ai sistemi di finanziamento. La scrivania telematica dalla quale vengono presentate le pratiche è stata rivista al fine di rendere più intuitiva e assistita la navigazione. Sono state semplificate ulteriormente le modalità per l’aggiornamento dei dati anagrafici e per la delega. Nell’area pubblica, oltre a poter consultare l’elenco delle imprese iscritte, sarà possibile accedere ad informazioni e quesiti, consultare i registri degli altri…

Leggi tutto

LE DUAL USE SONO CLASSIFICATE COME APPARECCHIATURE DOMESTICHE

La disciplina del Dual Use per alcune apparecchiature non è ancora stata chiarita con precisione, nonostante sia stato presentato un interpello al Comitato di Vigilanza e Controllo. Poiché si avvicina la data di scadenza per la presentazione delle dichiarazioni di immesso sul mercato, il Comitato Esecutivo ha deciso di redigere una nota ufficiale che consideri come domestiche tutte le apparecchiature dual use, salvo specifica interpretazione del Ministero dell'Ambiente e del Territorio. Il legale del CDC RAEE coadiuverà la stesura del testo.

Leggi tutto